Plastificazione metalli

La verniciatura alternativa

Con questo termine si intende la verniciatura a polvere elettrostatica termoplastica o termoindurente e a letto fluido. Questa ultima, in realtà non trova più campi di applicazione in quanto la materia prima (pvc) non risponde alle caratteristiche ecologiche del momento.

Quindi  ci soffermiamo sulle altre  due applicazioni, plastificazione metalli con polveri termoindurenti e termoplastiche. Le seconde offrono una superficie finale molto più morbida al contatto e la peculiarità consiste nell’elevato spessore del film di vernice sul pezzo. Ma senza dubbio è la applicazione con le polveri termoindurenti che la maggior parte degli operatori fa uso.

Queste possono essere poliesteri epossidiche e poliuretaniche a seconda della finalità di applicazione. Epossidiche quando vogliamo garantire una elevata resistenza meccanica del supporto di vernice sul pezzo, ma non adatta alla permanenza ai raggi solari (scolorisce), poliesteri quando parliamo di manufatti che sono sottoposti all’esterno.

L’applicazione avviene in impianti specifici, le fasi prevedono: Aggancio pezzi, passaggio in tunnel di lavaggio, asciugatura, verniciatura elettrostatica, polimerizzazione in forno a 200° c., imballaggio.


La plastificazione metalli trova svariati campi di applicazione, ricordiamo tra gli altri: arredamenti, macchine industriali (alimentari, lavorazione del legno, ecc), macchine operatrici, attrezzature da spiaggia, termosifoni, griglie per frigoriferi, cestelli lavastoviglie.

 

Approfondimento: verniciare termosifoni

 

 






Contattaci per informazioni e preventivi


 


web marketing by [!] Marketing Informatico